Come pulire la cameretta dei bambini

7 Luglio 2021
Come pulire la cameretta dei bambini

Tenere pulita la cameretta dei bambini non è certo cosa facile, sia perché vi passano molto tempo che per tutto ciò che lasciano in giro per la stanza. Come fare per rendere la stanza più accogliente, ordinata, ma soprattutto ben pulita? Cosa usare per svolgere questa attività nel minor tempo possibile e avere al contempo la certezza di aver pulito in modo efficiente? Ecco alcuni consigli su come pulire la cameretta dei bambini.

Come pulire la cameretta dei bambini con l’aspirapolvere

Un suggerimento per eseguire una perfetta pulizia della cameretta è quello di passare l’aspirapolvere molto spesso. Passando l’aspirapolvere almeno due volte a settimana si ha la certezza di avere pavimenti sempre puliti e anche gli angoli perfettamente aspirati in profondità.

Quando si passa l’aspirapolvere occorre aver cura di alzare coperte, sedie e altri oggetti per riuscire a passarlo ovunque senza limitazioni, togliendo così tutta la polvere e ogni minimo residuo. Usare poi gli accessori per i tappeti e le coperte per aspirare la polvere anche da essi.

Pulire cameretta dei ragazzi: prodotti professionali

Usare prodotti professionali per lavare a terra, quindi detergenti per pavimenti adatti che non contengono sostanze chimiche, per evitare che possano nuocere alla salute dei bambini e dei ragazzi. Scegliere detergenti con base neutra, ecologici, che non arrecano neanche danni all’ambiente, e che siano in grado di disinfettare al meglio le superfici.

Asciugare a terra con un panno per pavimenti in microfibra, essenziale per catturare acqua ed eventuali residui. Per quanto riguarda la biancheria, deve essere cambiata almeno una volta a settimana e lavata ad una temperatura di 60° per eliminare eventuali acari. Una pulizia perfetta riduce allergie e altri disturbi di cui possono soffrire i bambini a causa degli acari.

Come pulire i mobili della cameretta

Anche per quanto riguarda i mobili, bisogna spolverarli spesso e pulirli con del detergente liquido professionale, adatto a proteggere i materiali e a non nuocere alla salute. Pulire i mobili con un detergente spray e asciugare con panno morbido in microfibra. Evitare di scegliere prodotti con sostanze chimiche forti, sia per pulire i mobili che per pulire altre superfici. Pulire anche le mensole, i comodini e qualsiasi altro mobile si trovi nella stanza, eliminando così polvere e batteri.

Pulire i giocattoli con cura

Non trascurare i giocattoli, perché anche loro hanno bisogno di essere puliti. Se si tratta di peluche si possono lavare in lavatrice con un detersivo adeguato, altrimenti bisogna pulirli con un panno in microfibra e del sapone neutro.

I giocattoli sono ricettacolo di batteri e bisogna pulirli spesso, specie se nella stanza ci sono bambini piccoli che a volte mettono tutto in bocca. Inoltre, per evitare di tenerli a terra e per fare ordine nella stanza, prendere l’abitudine di metterli in contenitori capienti, così da racchiuderli in un unico posto. Questa soluzione risolve anche il problema di tenere i giocattoli a portata di mano dei più piccoli, ed evita che possano acchiapparli e morderli.

Alcuni consigli

Pulire la cameretta dei bambini può essere un’impresa, ma se viene organizzata in maniera adeguata non ci dovrebbero essere problemi. Bisogna ricordare anche che occorre arieggiare la stanza mentre si svolgono le pulizie, così da far cambiare l’aria ed eliminare i cattivi odori.

Inoltre, occorre insegnare ai bambini che tenere pulita e in ordine la stanza è importante, e una volta che loro lo hanno percepito tutto risulterà sicuramente più semplice. Un segreto per far capire loro quanto è importante tenere pulita la cameretta è quello di passare insieme l’aspirapolvere e svolgere insieme le piccole azioni quotidiane, come passare il panno sui mobili, pulire i pupazzi, e tanto altro. Lo prenderanno come un gioco!

Vai all'articolo precedente:Sanificazione bagni pubblici: prodotti e attrezzature per una pulizia profonda
Vai all'articolo successivo:Sanificare ambienti con ozono: come funziona e quali sono i vantaggi
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image